Tagfrequenzappennino

Puntata 5: Le Sushettes

Ancora un giro di giostra e una nuova puntata per la Saki e la Gee. Notizie discutibili anche questa settimana. In più, come sempre scopriremo i segni fortunati e quelli meno con l’Astrokaiten. Come sempre una cantatina toglierà pesantezza...

Puntata 4: Le Sushettes

Tornano le Sushettes con una puntata dal contenuto scoppiettante. Ancora una volta andremo a ravanare nell’internet selvaggio per consegnarvi tanta inutilità. Anche in questa occasione le Sushettes si fanno servizio pubblico e vi recapitano...

“Fuori dal centro”, voce alla periferia

Dopo un anno di totale immobilità per la musica tutta, ripartiamo con un contest! Condividimo con grande piacere l’ iniziativa che la Cooperativa Tatami e il Servizio Politiche Giovanili e Pedagogiche del Comune di Zola Predosa...

Un calcio al fascismo

Domenica 20 Ottobre alle 10.00 presso il Centro Sociale A. Lanzarini di Stiore (Monteveglio) ritorna FREQUENZE PARTIGIANE. Torniamo con un live che parla di calcio e Resistenza. Presenteremo infatti il libro Cuori partigiani di  Edoardo Molinelli...

Un “duce truce”…in quel di Zola!

Alcuni anni orsono lo studioso Alberto Vacca dava alle stampe un libro dal titolo assai particolare: Duce Truce. Il libro esaminava con dovizia di particolari la sequela di denunce e relative pene comminate a centinaia di ignari cittadini rei di...

Un allenatore perseguitato

Sabato 3 febbraio scorso Frequenze Partigiane ha parlato di calcio. Può sembrare inusuale per noi ma invece la storia che abbiamo raccontato parla di sport e razzismo, ma soprattutto parla di memoria. Ed ha ancora tanto da insegnarci. La storia in...

Un piccolo maestro in Appennino

Oggi pomeriggio a Frequenze Partigiane parleremo di un piccolo maestro. Un piccolo maestro che in realtà piccolo lo è stato solo per citare il libro a lui dedicato (I piccoli maestri, di Luigi Meneghello). In realtà “Toni” Giuriolo è...

Le strade (tortuose) della storia

Frequenze Partigiane torna con colpevole ritardo su questi schermi. Il colpevole ritardo è dovuto alla nostra testardaggine, oltre che il frutto della nostra scarsa puntualità. Il fatto è che le nostre storie non ci piace raccontarcele da soli...