I Concerti di RFA

Lezioni di Rock a teatro con Assante e Castaldo

Lezioni di Rock a teatro con Assante e Castaldo

Bologna, 19/02/2016
Piove.
Bologna è avvolta da una pioggia sottile che innalza il tasso di umidità a livello “branchie”, e c’è da benedire i portici che sono l’unica realtà che ci ricorda che siamo in Emilia e non nei sobborghi di Liverpool.
Che é poi la meta ideale verso la quale sta decollando la serata mia e di Sara.
Stiamo andando ad intervistare Gino Castaldo ed Ernesto Assante, che stasera ci guideranno oltremanica ripercorrendo la storia dei Beatles attraverso i 7 anni che hanno cambiato la storia del rock, nel primo incontro del ciclo “Lezioni di Rock” con il quale da qualche anno calcano i palchi italiani.
Teatro delle Celebrazioni.
Siamo in ritardo. Bologna è travolta da un colossale ritardo per colpa del calcio che ha ingessato stasera la circolazione automobilistica.
Mi sento – ci sentiamo io e Sara –  un po’ cenerentole con tanta curiosità in pancia e tre domande tra i denti.
Sorridono Assante e Castaldo, e chiedono per primi “…quanto ne sapete di Beatles?”
Io un po’, rispondo. Mi sono molto documentata durante gli anni sui fab4 e non vedo l’ora di sapere in quale maniera questi due colossi del giornalismo musicale ci daranno lettura di una storia che è parte della vita di tutti.
Domanda secchissima.
Lezioni di Rock che è un progetto meraviglioso che nasce nel 2005: in questi 11 anni in che maniera sono cresciute le lezioni di rock, visto che il nostro modo di fruire la musica è radicalmente cambiato?
Risponde Gino Castaldo: “Brave, bella domanda, è vero, perché nel frattempo è passata un’era… ci sarebbe bisogno di venti minuti per rispondere a questa domanda.. In primis è stato un cambiamento enorme di ordine divulgativo.
Di fatto quando abbiamo cominciato (ndr 2005) la rete non aveva l’influenza di adesso.
Ora con un click raggiungi ogni informazione, mentre 10 anni fa, il nostro lavoro di informazione era più basilare, adesso si è trasformato. Più che l’informazione vera e propria, adesso cerchiamo di fornire più che altro una chiave interpretativa dell’informazione.
Anche perché  a mio avviso, la fruizione così bulimica della musica non da la possibilità di conoscere poi quello che è il background…
Continua Ernesto Assante “Non solo. In realtà è proprio la troppa disponibilità di musica che consente a noi di fare queste lezioni, noi bene o male cerchiamo di essere di orientamento, prima lo facevamo tramite la radio, come lo fate voi, tramite la radio o tramite il giornale.“
Castaldo “La vera cosa che vorrremmo fare è generare passione”
 
Che è l’intento più nobile al mondo. Sono sicura che ci riuscirete.
Assante “Anche perché se la musica ha cambiato le nostre vite, è possibile che cambi anche quella degli altri..”
Ultima velocissima cosa. Queste lezioni si compongono di Beatles come il rock è nato, Rolling Stones, una lezione in quadrifonia sui Pink Floyd, U2…
ma gli anni 90 ci han fatto così schifo?
Castaldo “No anzi, figurati! A parte che gli U2 son proprio anni 90. E’ solo che essendo la prima volta qui a Bologna, abbiamo voluto fare così, ma pensa che a Roma abbiamo fatto perfino i Sigur Ross… andiamo anche oltre. Se la cosa prende, fatte le basi, ci addentreremo, senza dubbio”.
Le Lezioni di Rock sono il racconto di come la cultura si sia evoluta mentre le note delle canzoni che per una vita abbiamo ascoltato, ancora risuonavano. Ed è molto bello dare una collocazione storica agli assoli di chitarra che ci danno ancora pelle d’oca al milionesimo ascolto.
Le Lezioni non sono solo nozione tra il pentagramma, sono occhiali nuovi coi quali guardare più lontano tra gli affetti musicali di una vita.
L’ appuntamento con Lezioni di Rock continua questo venerdì (04/03) al Teatro delle Celebrazioni con i Rolling Stones.
04/03/2016 con I Rolling Stones
21/04/2016 con U2
13/05/2016 con Pink Floyd (in quadrifonia)
presso il Teatro Celebrazioni a Bologna.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Saki

1 Marzo, 2016

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.